Simone Pippi, due sconfitte di fila, l’ultima a Cattolica per 2-1. La Sampierana deve preoccuparsi?

“Siamo ancora in testa con un punto di vantaggio perché il Faenza ci ha imitato e adesso vediamo cosa succede nel recupero di mercoledì tra Fratta Terme e Due Emme che nel frattempo ha cambiato allenatore. Sapevamo che non sarebbe stato un duello tra noi e Faenza e così è: ci sono sei squadre in sette punti, po’ succedere di tutto. Gli avversari più pericolosi per me restano Forlimpopoli e Fratta Terme alla pari del Faenza”.

Torniamo al ko di Cattolica…

“Anche a Cattolica, dove abbiamo giocato una bella partita, con l’atteggiamento giusto, ci ha detto male: abbiamo subito un gol su una deviazione sfortunata e l’altro su rigore nato da un fallo al limite dell’area comunque evitabile. Nel primo tempo abbiamo segnato, colpito un palo, abbiamo avuto almeno tre occasioni per fare un altro gol, soprattutto abbiamo giocato molto bene e avremmo meritato il vantaggio, invece abbiamo chiuso in svantaggio 2-1. Nella ripresa, invece, siamo stati poco lucidi, abbiamo tenuto più palla ma siamo stati evanescenti in fase offensiva dando modo al Cattolica di difendere il vantaggio. Comunque la squadra è viva ed è ciò che conta e dobbiamo subito tornare alla vittoria sul nostro campo contro il Misano che nel frattempo si è rafforzato”.

Siete al comando, però state gettando al vento punti importanti: in casa, ad esempio, avete perso tre partite mentre l’anno scorso solo una sul finire di stagione.

“E’ vero, diciamo anche che contro il Del Duca, due turni fa, l’arbitro ci ha messo lo zampino e non è la prima volta: il rigore di Diversi è stato assai generoso, un fallo su di me e poco dopo un mani clamoroso non sono stati fischiati, ci è stato annullato un gol valido. Col Faenza un’altra direzione arbitrale che vi raccomando. Non sono alibi, ma pura verità. Gli episodi, inoltre, quest’anno sono sempre contrari, resta il fatto che dobbiamo avere una maggiore consapevolezza nei nostri mezzi, più determinazione perché contro di noi le squadre raddoppiano le forze. Dobbiamo poi essere più concreti. Anche l’inizio stagione è stato complicato e grazie al lavoro del mister ci siamo ripresi alla grande, faremo lo stesso ora. Ne sono certo. Il ritorno a tempo pieno di Simone Braccini dopo l’infortunio alla spalla sarà molto importante sul piano dell’esperienza e della pericolosità offensiva”.

Simone Pippi giudica Simone Pippi. Contento del suo campionato?

“Nel primo tempo di Cattolica mi sono piaciuto: sono stato nel vivo del gioco, ho servito l’assist del gol a Lanzi, ho colpito un palo di sinistro, che non è il mio piede preferito: forse avrei potuto chiudere il tiro meglio, ma la posizione era angolata. Ho segnato sei reti, devi arrivare almeno a dieci anche se io non mi sento un bomber”.

Fonte: Press Rimini Sport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *