PESARO – L’ultima partita dell’anno si avvicina. L’Italservice Pesaro domani fa visita alla Feldi Eboli, nel remake della finalissima dell’ultimo scudetto vinto dai biancorossi. Si gioca al PalaSele di Eboli, con fischio d’inizio previsto alle ore 20,45 e gara visibile esclusivamente in diretta Sky Sport.

Pesaro necessita di fare punti, vuole chiudere bene il 2022 ma l’emergenza infortuni non ha nessuna intenzione di placarsi. Ad aggiornarci c’è mister Fulvio Colini: “Abbiamo disputato la prima parte di campionato avendo a disposizione una rosa ristretta, dimezzata successivamente per colpa degli infortuni, in ogni occasione. Parliamo quasi di un 50% in meno di un organico costruito in estate già ristretto rispetto a quelli degli anni passati. Chiaramente è impossibile essere competitivi a questi livelli in situazioni di questo tipo”.

Ed entra nel dettaglio: “Cercheremo di recuperare più effettivi possibili nel breve periodo, ma non per questa partita con la Feldi. Joao Miguel si è operato di ernia, Canal è appena tornato da uno stiramento e non ci sarà nemmeno Alflen. Poi ci sono altri giocatori acciaccati, su tutti Fortini che avrebbe dovuto fare un rientro molto più tranquillo e invece è stato buttato nella mischia per mancanza di alternative”. E sulla Feldi: “E’ una delle tre formazioni che puntano a vincere lo scudetto, insieme alla favoritissima Napoli e all’Olimpus Roma. Andremo a giocare in casa loro in condizioni ancora menomate, le intenzioni saranno quelle di disputare una bella partita, provando comunque a strappare punti. Poi ci lanceremo verso il 2023 con la speranza di avere a disposizione tutta quella rosa, già ristretta, che avevamo allestito in estate”.

Ufficio Stampa Italservice Pesaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.