Grazie alla terza vittoria consecutiva ottenuta mercoledì sera in casa contro l’Eur C5, la Futsal Cesena ha mantenuto l’imbattibilità in Serie A2, condividendo questo record con altre due formazioni, e raggiunto il secondo posto solitario alle spalle della capolista Todis Lido di Ostia. Il tour de force composto da tre partite racchiuse in una settimana terminerà sabato pomeriggio, quando la squadra allenata da Osimani sfiderà in trasferta il Prato (calcio d’inizio ore 16).

L’avversario – Prato

I toscani al momento occupano la terzultima posizione a quota tre punti, frutto di una vittoria (in casa contro la Lazio) e di cinque sconfitte. I biancoazzurri sono andati vicinissimi all’impresa sul campo della capolista alla terza giornata, quando furono sconfitti per 8-7 al termine di una partita emozionante. Quella che è appena iniziata è la terza stagione consecutiva in A2 per la band di mister Bearzi, con la promozione conquistata nel campionato 2019/20, quando i toscani militavano nel girone D di Serie B. Si trattò comunque di un anno di transizione, in quanto il Prato retrocesse dalla A2 al termine della stagione 2018/19 dopo diversi anni di permanenza nel secondo livello nazionale. Uno dei giocatori più rappresentativi del Prato è Lautaro Mendez, argentino classe 1994 in gol già sei volte in questo campionato. Attenzione anche ai laterali Oscar Soto, classe 2000 a segno cinque volte finora, e Okomura, trentenne brasiliano che ha realizzato tre gol.

La presentazione di Osimani

«Contro l’Eur è stata una partita combattuta e difficile. Venivamo da una trasferta lunga e con un giorno in meno di riposo rispetto ai nostri avversari, per cui siamo stati bravi nel primo tempo a indirizzare la gara mentre nella ripresa, seppur con sofferenza, siamo riusciti a condurre in porto la terza vittoria consecutiva. Nonostante il nostro buon periodo è ancora presto per parlare di obiettivi: sette giornate non sono tante per poter avere chiaro a cos apuntare. Siamo consapevoli comunque che ogni partita che siamo riusciti a portare a casa è stata combattuta fino alla fine, per cui dobbiamo guardare una gara alla volta senza dare nulla per scontato. Sabato pomeriggio affronteremo il Prato che è una squadra che si fa valere soprattutto in casa. I toscani sono dotati di buone individualità, soprattutto davanti con Mendez che è un pivot forte e che sa gestire molto bene la palla. Sarà dura per noi perché veniamo da una serie di gare con rosa decimata, quindi uno dei rischi è quello di arrivare provati a questo incontro».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.